In onore dei caduti in difesa della pace

358

Il 4 novembre, un giorno per ricordare

A 90 anni dall fine della Prima Guerra Mondiale e a 63 anni dalla fine della Seconda Guerra Mondiale a Deliceto, si continua a ricoramonumento-dei-caduti-delice.jpgre l’inutilità della guerra che porta con se solo dolore, distruzione e morte.Il Presidente dell’Associazione “Combattenti e Reduci” di Deliceto Giuseppe Antonaccio, alla veneranda età di 93 anni, continua a ricordare insieme alle associazioni locali, forze dell’ordine e al Comune di Deliceto, l’importanza della memoria, infatti solo ricordando ciò che è accaduto si può spronare noi tutti a lavorare per un mondo di pace. «E’ nostro dovere ricordare che le guerre aumentano l’odio dei popoli e chi fa abuso di potere non è un paese civile – dice il Presidente Antonaccio a 24 ore dalla manifestazione – solo un’Europa unita senza discriminazioni può darci una pace vera e duratura; qualcosa è stato fatto, ma c’è ancora tanto da fare».Parole sincere, parole vere quelle del Presidente Antonaccio, che nella sua vita ha vissuto da protagonista le due Guerre Mondiali, che ha patito la fame e le ritrettezze dei conflitti, che ha visto morire amici e parenti…

Il 4 Novembre ricorre l’armistizio della Prima Guerra Mondiale 1915-18 e a Deliceto, grazie soprattutto a persone come Giuseppe Antonaccio, si ricorda la storia, si onorano i caduti, si difende la pace.

I commenti sono chiusi.