ASD STELLA AZZURRA – CANDELA

409

ASD Stella Azzurra – Candela 3 1 di Rocco Petrella

foto_di_gruppo_stella_azzurra_52500.jpgGli Azzurri, a sorpresa, si aggiudicano la gara di andata del doppio confronto con il Candela.Il test precampionato della gara di Coppa Puglia disputatasi a Deliceto ha visto gli azzurri imporsi sul quotato team di I^ categoria con un ottimo risultato che poteva essere anche più pesante.Ma era e resta solo un test. Il campionato ormai alle porte, si preannuncia più difficile rispetto alla passata stagione. La squadra locale, ridimensionata rispetto allo scorso anno e priva di due punte prestigiose come Zanzonico e Castelli, inducono mister Bonuomo a schierare un attacco di ragazzi in erba, Maurizio Bruno (1993) e Eugenio d’Agnello (1991). Ma sono proprio i ragazzi terribili catapultati dal Settore Giovanile che con la sfrontatezza e la vivacità tipica dell’età, creano non pochi problemi alla retroguardia ospite andando anche in goal. Nel reparto difensivo azzurro già collaudato ed esperto, altra nota più che positiva, il giovane Domenico Puopolo classe ’89. Al nuovo arrivato, al quale vanno i nostri complimenti, praticamente non sbaglia nulla. Nella zona di sua competenza non si passa e spesso tenta anche l’affondo mostrando individualità. L’inserimento sembra cosa fatta. Stesso discorso anche per Mucciarone entrato nella ripresa.I segnali positivi arrivano già nelle prime fasi di gara. Il Candela, privo di diversi titolari subisce l’azione incessante degli azzurri e non riesce a reagire. Al 9′ pt Cinque, padrone del centrocampo, apre le marcature con un preciso pallonetto dalla 3/4 che sorprende l’estremo difensore ospite. Scorrono i minuti ma la reazione degli ospiti oltre che scarsa è infruttuosa anche per merito degli avversari. Al 20′ da una ripartenza di Puopolo sulla fascia nasce il raddoppio. L’esterno destro innesta Lamatrice che semina il suo marcatore si porta sul fondo e crossa al centro. Il rimbalzo della sfera davanti alla porta manda tutti fuori misura compreso il portiere ma non d’Agnello che si avventa tempestivamente di testa e insacca. Il tema non cambia col trascorrere del tempo La Stella Azzurra concede poco e il Candela non si rende quasi mai pericoloso, costretto ad inseguire per tentare di raddrizzare la partita, corre non pochi rischi. Al 40′ pt altra fiammata di Maurizio Bruno che prima punta l’avversario poi cede a Lamatrice appostato al limite dell’area che di precisione buca per la terza volta la rete ospite.Il secondo tempo è la fotocopia del primo tranne che per la pioggia e le sostituzioni. Entrano Mucciarone per Cinque , Malgieri (1992) per Bruno Maurizio e Bonuomo(1991) per d’Agnello.Da registrare un paio di occasioni mancate per la Stella Azzurra. Malgieri viene anticipato di un soffio dal portiere in uscita e una traversa su tiro deviato.Il gol della bandiera del Candela arriva al 37′ st scaturito da un’indecisione della difesa Direzione impeccabile del signor Daniele Labianca della sezione di Foggia confortato anche dal comportamento corretto degli atleti che a fine gara sportivamente, celebrano il terzo tempo. Formazione: Fiscarelli, Bruno D., Colicchio, Laudisi, Puopolo, Falcone, Morra, Cinque, D’Agnello, Lamatrice G. , Bruno M.,A dispos. Bonuomo, Mucciarone, Bruno V., Malgieri,All. Bonuomo, Dirig. Accomp. Petrella, Sforza, Di Leo.

Lascia una risposta