COMUNICATO STAMPA

196

SI È CONCLUSA LA XIV EDIZIONE DEL PRESEPE VIVENTE

DI RIGNANO GARGANICO


Vento, acqua e neve hanno accompagnato l’arrivo dei Re Magi nell’ultimo appuntamento del Presepe Vivente del più piccolo paese del Parco Nazionale del Gargano, regalando ai visitatori un’atmosfera suggestiva


I Re Magi hanno sfidato vento, acqua e neve nell’ultimo appuntamento con la XIV Edizione del Presepe Vivente di Rignano Garganico. Nonostante le intemperie abbiano provocato forti disagi e qualche danno, la manifestazione ha avuto regolarmente luogo grazie all’instancabile impegno dei volontari della Protezione Civile, giunti da tutta la Capitanata, che hanno messo in sicurezza il centro storico medievale dando assistenza ai visitatori con grande spirito di sacrificio e generosità.

“Voglio ringraziare di cuore tutte le associazioni che hanno risposto all’invito del Presepe Vivente, soprattutto in una giornata con vento forte e neve – dice Gabriele Nido, presidente dell’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco in Congedo di Rignano Garganicol’aiuto dato è notevole: il loro supporto ha fatto sì che la manifestazione venisse portata a termine”.

Ad onor di cronaca, i gruppi di Protezione Civile che hanno prestato il loro servizio nella gelida Epifania rignanese sono: Altea – San Severo, Aquile – San Giovanni Rotondo, Arcobaleno – San Marco in Lamis, Associazione Nazionale Carabinieri – Foggia.

La XIV Edizione del Presepe Vivente quest’anno ha avuto come tema Accoglienza: un fiore da coltivare. Da sempre porta sul mondo, il piccolo paese garganico ha fatto dell’ospitalità la sua bandiera; per questo, nel pieno spirito dell’integrazione tra i popoli, i cittadini delle venti nazionalità presenti sul territorio, insieme a volontari e rignanesi, hanno dato vita all’evento.

L’edizione 2011 ha registrato oltre seimila visitatori nell’arco delle quattro date in calendario  (19, 26 e 29 dicembre; 6 gennaio), che si vanno a sommare alle oltre centomila presenze delle passate edizioni. Un successo che testimonia e gratifica quanti,nel corso degli anni, hanno contribuito a realizzare innanzitutto un vero e proprio laboratorio urbano di recupero di antiche tradizioni e saperi.

È importante sottolineare come dietro l’organizzazione dell’evento si muova un mondo fatto non solo di comparse, ma anche di famiglie, amici, volontari e simpatizzanti, che contribuiscono a dare vita alla manifestazione coinvolgendo, di fatto, l’intera comunità rignanese.

I visitatori hanno avuto modo di ammirare una mostra di arte sacra presso i locali dell’Associazione San Rocco-Rignano Garganico, e le quindici botteghe di antiche arti e mestieri, come: l’accunt (il racconta storie), la plgn (la pulitrice del grano), lu scupl (l’imbianchino), li massaj (le massaie), lu scarpar (il calzolaio) e lu vardar (il realizzatore di some d’asino), l’urtlan e la puteca (la bottega dell’ortolano), la sernat (la serenata), la siggiar (la riparatrice di sedie), la filand e la vita d’ogn jurn (la filanda e la vita di ogni giorno), la cantin (la cantina), li vignarul (i vignaroli), lu tintor (la tintoria), lu mastr d’ascj (il maestro d’ascia), li pasturi (i pastori), la nascit (la Natività), li pagghiar (costruttori degli antichi ripari dei pastori).

La XIV Edizione sarà ricordata anche per l’importante gemellaggio suggellato con la XXV Edizione del Presepe Vivente di Deliceto, grazioso paese del Subappennino Dauno dove Sant’Alfonso Maria de’ Liguori compose la celebre nenia natalizia “Tu scendi dalle stelle”. I due piccoli paesi sono promotori di un accordo volto a realizzare un’unica cabina di regia che accomuni tutti i presepi viventi della Capitanata, con il fine di dar vita ad un cartellone di eventi che promuova la destagionalizzazione turistica di un territorio ricco di eccellenze.

La XIV Edizione del Presepe Vivente di Rignano Garganico è stata organizzata in collaborazione tra il Comune di Rignano Garganico, la Parrocchia Maria SS Assunta, l’Istituto Scolastico Comprensivo “S. Giovanni Bosco”, l’Associazione Presepe Vivente e volontari e la Pro Loco di Rignano Garganico, con i patrocini della Presidenza del Consiglio della Regione Puglia, dell’Assessorato alla Cultura della Provincia di Foggia, del Parco Nazionale del Gargano e con il contributo della BCC San Giovanni Rotondo, della Protezione Civile e di associazioni, cittadini rignanesi e imprese locali.

Press Office
Giorgio Ventricelli
347.5667173
Twitter @preseperignano
Facebook Presepe Vivente Rignano Garganico

Lascia una risposta