LA DEVOZIONE POPOLARE PER LA MADONNA DEL CARMELO

120

 

 

 

 

 

Come tutti gli eventi che si rispettano, ci sono sempre alti e bassi. La devozione verso Maria SS. del Carmelo, introdotta dal compianto Parroco Don Faustino Marseglia, a partire dalla metà degli anni ’60, venerata presso la chiesa di San Rocco. Una cerimonia religiosa, organizzata da tutti i muratori locali in segno di devozione, tanto da bandire, nella giornata del 16 luglio, ogni attività lavorativa. (è nu jiuorn r’curdevul). Vi era l’immancabile bancarella con il torrone (la cupet’ e nucedd) e finanche le luminarie. Addirittura, ci si permise di organizzare serate musicali, con artisti di fama del periodo: Michele; Riccardo del Turco, tutti ricorderanno il famoso brano “Luglio”, ecc… Questa tradizione prosegue fino alla fine degli ’70.

Poi, come le squadre di calcio, sul più bello…falliscono! Fortunatamente, oggi, è rimasta la cosa più importante: la Devozione.

AUGURI.

(La foto risale al 1971)

B.B.

 

I commenti sono chiusi.