TROIA- SECONDA EDIZIONE DEL PREMIO “BOIOANNES”

87

Troia, candidature da vari Atenei italiani per la seconda edizione del premio “Boioannes”, l’edizione dei Mille Anni della città. Ora la giuria è chiamata a decretare il vincitore Sono tesi di Laurea Triennale, Specialistica e di Dottorato sulla Città di Troia e affrontano tematiche che vanno dall’Archeologia alla Sociologia, dalla Storia Medievale alla Storia del Cristianesimo. Una giuria di 7 esperti, presieduta dal direttore della LUISS Giovanni Lo Storto, le valuterà entro luglio. TROIA – Si è chiuso lo scorso 30 Aprile il termine per la presentazione delle candidature alla seconda edizione del Premio “Boioannes”, l’edizione dei Mille Anni della Città di Troia. L’idea, nata dalla collaborazione tra Skantinato 58 Bibliocafè, Edizioni del Rosone, A.c.t! Monti Dauni – Associazione Culturale e Turistica, Pro Loco di Troia e dalla famiglia Beccia, è quella di premiare gli autori delle migliori tesi sulla Città di Troia celebrando la memoria del fondatore della città, il Catapano bizantino d’Italia Basilio Boioannes e ricordando l’opera del dott. Giuseppe Beccia, appassionato divulgatore di storia patria, scomparso nel 1998. Sono giunte candidature da diversi Atenei italiani: Salerno, Milano-Bicocca, Foggia e Salento. Tutte con l’obiettivo di valorizzare il patrimonio di conoscenze su questa città. Sono tesi di Laurea Triennale, Specialistica e di Dottorato in materie molto diverse: dall’Archeologia alla Sociologia, dalla Storia Medievale alla Storia del Cristianesimo. Vi si affrontano argomenti estremamente interessanti che attraversano la vita della comunità dalle origini sino ai giorni nostri: dalle testimonianze archeologiche di epoca romana al culto delle reliquie dei Santi Patroni, dalla storia di Troia in epoca angioina fino allo sviluppo territoriale attraverso gli eventi turistico-culturali. Ora toccherà alla giuria, formata da 7 personalità di rilievo del mondo della cultura, valutarle e decretare il vincitori dell’edizione 2019. Presidente onorario di giuria di questa seconda edizione sarà Giovanni Lo Storto, direttore generale della LUISS di Roma. La giuria quest’anno è costituita da Umberto Berardi, professore associato della Ryerson University di Toronto, dai giornalisti Antonio V. Gelormini e Geppe Inserra, da Giorgio Mercuri, presidente nazionale di FedAgri-Confcooperative, dalla prof.ssa Mina De Santis, dal dott. Edoardo Beccia e dalla dott.ssa Anna Martino, responsabile del Museo del Tesoro della Cattedrale di Troia. Noi, intanto, insieme agli altri organizzatori del Premio, la Pro Loco di Troia, il Bibliocafè Skantinato 58 e la casa editrice “Edizioni del Rosone”, siamo felici di aver fatto la nostra parte: aver sollecitato gli studenti ad ampliare ed approfondire il patrimonio di conoscenze di questa terra ricca di opportunità. Secondo noi questo è il modo più importante per celebrare questi Mille Anni di Storia

I commenti sono chiusi.