Saturday, 23 September 2017

doc1-1

Finalmente siamo a maggio e, con le gemme sugli alberi, sono pronte le prime spighe da tagliare e da offrire ai nostri santi protettori, patroni e co-patroni.  E’ tradizione secolare infatti che, nei giorni 5, 6 e 7 maggio, Deliceto si stringa devoto attorno al Beato Benvenuto, alla Madonna dell’Olmitello, a San Giacomo e a San Mattia. I primi due giorni i Santi, accompagnati dalla banda, dalle autorità politiche e religiose e da un folto gruppo di delicetani intonanti “Evviva Maria”, attraverseranno le strade del paese. Il 7 invece la festa culmina nel pellegrinaggio verso il santuario della Consolazione, collocato a circa 5 km da Deliceto. Di buon mattino, mentre il sole si affaccia, si sente da lontano la campanella, mossa da un chierichetto, che annuncia il corteo festante e commosso. Quest’anno la festività cade di domenica e l’auspicio è che la partecipazione di delicetani e forestieri sia maggiore, in virtù anche della nuova strada appena asfaltata che faciliterà il cammino per i pellegrini. Non appena i botti romperanno l’aria, il pellegrinaggio muoverà dalla Chiesa Madre, animato dalla voce degli storici cantatori e farà una piccola breve tappa alla chiesetta di San Gerardo, nell’estrema periferia, costruita nel luogo da cui, come gli storici raccontano, il Santo spiccò il volo per raggiungere il convento della Consolazione. Seconda tappa sarà la Chiesa dell’Olmitello, costruita  sul luogo in cui la nostra venerata Madonna apparve tra i rami di un albero di olmo, da cui prende il nome. Dopo la Celebrazione Eucaristica, si proseguirà verso la Consolazione, per la seconda messa, il saluto ai santi e il ritorno in paese. Come ogni anno tanta la folla che aspetta i Santi, assiepata all’ombra degli alberi sul Piazzale Belvedere. L’arrivo in paese di solito è previsto per le 14 circa e i più anziani raccontano che, nonostante l’ora, non si pranza prima che la Madonna sia tornata nella Chiesa Madre. Alla Consolazione intanto la festa continua con la rituale scampagnata: grigliate, musiche e divertimento fino al calar del sole. Perché gli animi sono gioiosi, perché i devoti, in cuor loro, possono continuare a cantare l’inno a Maria, memori del fatto che, la Madonna che sta nel bosco, concede grazie a chi le chiede con grande fede.

Deliceto quindi vi aspetta domenica 7 maggio, per regalare a tutti un momento di forte spiritualità tra il verde del bosco e l’azzurro del cielo, in un connubio perfetto tra religione e natura, in un luogo che inoltre, nel mese di luglio, ospiterà la terza edizione del Festival dei Giovani, organizzato dai membri della Comunità Mariana Oasi della Pace e per cui sono previste grandi personalità…

Venite a trovarci, non ve ne pentirete.

 

 

Antonietta Petrella

redazione

No Comments

You must be logged in to post a comment.

No Banner to display

No Banner to display